Corte Maserati

Nel contesto urbano della prima periferia di Bologna caratterizzata da una medio-alta densità abitativa, il progetto consiste nella rigenerazione urbana di un complesso di edifici dismessi, appartenenti al patrimonio storico industriale del primo dopoguerra, tra cui uno dei primi insediamenti della storica casa automobilistica Maserati, per destinarli alla funzione residenziale.
La fisionomia dell’edificio principale, fortemente caratterizzato dalla articolazione delle tre campate, dalla scansione delle finestre, dall’unico affaccio sul fronte principale e la presenza di altri edifici in adiacenza hanno rappresentato una sfida per la progettazione, che ha reinterpretato le esigenze dell’abitare contemporaneo e della rigenerazione urbana all’interno di un contesto edilizio fortemente determinato dalle preesistenze.
Per garantire la ventilazione ed il corretto apporto di luce naturale all’interno degli appartamenti è stata ricavata una corte interna mediante la demolizione di una porzione della campata centrale sostituita da una nuova struttura in acciaio inserita all’interno delle due preesistenti campate, realizzate con materiali e cromie della tradizione locale, proponendo una rilettura in chiave contemporanea della facciata preesistente.
Il risultato è una quinta architettonica che definisce l’accesso al cortile interno comune e la struttura della doppia scala condominiale e dei balconi degli appartamenti del piano superiore.
L’articolazione dell’intervento prevede 9 monolocali e 2 bilocali con gli appartamenti del primo piano caratterizzati da volumetrie sagomate secondo la scansione della copertura originaria, demolita e ricostruita fedelmente, con struttura lignea a vista.

Location
Bologna, Italy

Year
2021

Area
500 sqm

Design team
Luigi Benatti, Martina Iafrate, Sara Stefanati, Massimo Savini, Claudia Pacchiega, Andrea Talevi, Patrizio Chiavarini, Giuseppe Tascione.

Client
Framar srl

Status
Completed

Photo
Fabio Mantovani

Drone Photo
Pietro Benedettini

Corte Maserati

Nel contesto urbano della prima periferia di Bologna caratterizzata da una medio-alta densità abitativa, il progetto consiste nella rigenerazione urbana di un complesso di edifici dismessi, appartenenti al patrimonio storico industriale del primo dopoguerra, tra cui uno dei primi insediamenti della storica casa automobilistica Maserati, per destinarli alla funzione residenziale.

La fisionomia dell’edificio principale, fortemente caratterizzato dalla articolazione delle tre campate, dalla scansione delle finestre, dall’unico affaccio sul fronte principale e la presenza di altri edifici in adiacenza hanno rappresentato una sfida per la progettazione, che ha reinterpretato le esigenze dell’abitare contemporaneo e della rigenerazione urbana all’interno di un contesto edilizio fortemente determinato dalle preesistenze.
Per garantire la ventilazione ed il corretto apporto di luce naturale all’interno degli appartamenti è stata ricavata una corte interna mediante la demolizione di una porzione della campata centrale sostituita da una nuova struttura in acciaio inserita all’interno delle due preesistenti campate, realizzate con materiali e cromie della tradizione locale, proponendo una rilettura in chiave contemporanea della facciata preesistente.
Il risultato è una quinta architettonica che definisce l’accesso al cortile interno comune e la struttura della doppia scala condominiale e dei balconi degli appartamenti del piano superiore.
L’articolazione dell’intervento prevede 9 monolocali e 2 bilocali con gli appartamenti del primo piano caratterizzati da volumetrie sagomate secondo la scansione della copertura originaria, demolita e ricostruita fedelmente, con struttura lignea a vista.

Location
Bologna, Italy

Year
2021

Area
500 sqm

Design team
Luigi Benatti, Martina Iafrate, Sara Stefanati, Massimo Savini, Claudia Pacchiega, Andrea Talevi, Patrizio Chiavarini, Giuseppe Tascione.

Client
Framar srl

Status
Completed

Photo
Fabio Mantovani

Drone Photo
Pietro Benedettini

Corte Maserati

Nel contesto urbano della prima periferia di Bologna caratterizzata da una medio-alta densità abitativa, il progetto consiste nella rigenerazione urbana di un complesso di edifici dismessi, appartenenti al patrimonio storico industriale del primo dopoguerra, tra cui uno dei primi insediamenti della storica casa automobilistica Maserati, per destinarli alla funzione residenziale.
La fisionomia dell’edificio principale, fortemente caratterizzato dalla articolazione delle tre campate, dalla scansione delle finestre, dall’unico affaccio sul fronte principale e la presenza di altri edifici in adiacenza hanno rappresentato una sfida per la progettazione, che ha reinterpretato le esigenze dell’abitare contemporaneo e della rigenerazione urbana all’interno di un contesto edilizio fortemente determinato dalle preesistenze.
Per garantire la ventilazione ed il corretto apporto di luce naturale all’interno degli appartamenti è stata ricavata una corte interna mediante la demolizione di una porzione della campata centrale sostituita da una nuova struttura in acciaio inserita all’interno delle due preesistenti campate, realizzate con materiali e cromie della tradizione locale, proponendo una rilettura in chiave contemporanea della facciata preesistente.
Il risultato è una quinta architettonica che definisce l’accesso al cortile interno comune e la struttura della doppia scala condominiale e dei balconi degli appartamenti del piano superiore.
L’articolazione dell’intervento prevede 9 monolocali e 2 bilocali con gli appartamenti del primo piano caratterizzati da volumetrie sagomate secondo la scansione della copertura originaria, demolita e ricostruita fedelmente, con struttura lignea a vista.

Location
Bologna, Italy

Year
2021

Area
500 sqm

Design team
Luigi Benatti, Martina Iafrate, Sara Stefanati, Massimo Savini, Claudia Pacchiega, Andrea Talevi, Patrizio Chiavarini, Giuseppe Tascione.

Client
Framar srl

Status
Completed

Photo
Fabio Mantovani

Drone Photo
Pietro Benedettini

Corte Maserati

Nel contesto urbano della prima periferia di Bologna caratterizzata da una medio-alta densità abitativa, il progetto consiste nella rigenerazione urbana di un complesso di edifici dismessi, appartenenti al patrimonio storico industriale del primo dopoguerra, tra cui uno dei primi insediamenti della storica casa automobilistica Maserati, per destinarli alla funzione residenziale.

La fisionomia dell’edificio principale, fortemente caratterizzato dalla articolazione delle tre campate, dalla scansione delle finestre, dall’unico affaccio sul fronte principale e la presenza di altri edifici in adiacenza hanno rappresentato una sfida per la progettazione, che ha reinterpretato le esigenze dell’abitare contemporaneo e della rigenerazione urbana all’interno di un contesto edilizio fortemente determinato dalle preesistenze.
Per garantire la ventilazione ed il corretto apporto di luce naturale all’interno degli appartamenti è stata ricavata una corte interna mediante la demolizione di una porzione della campata centrale sostituita da una nuova struttura in acciaio inserita all’interno delle due preesistenti campate, realizzate con materiali e cromie della tradizione locale, proponendo una rilettura in chiave contemporanea della facciata preesistente.
Il risultato è una quinta architettonica che definisce l’accesso al cortile interno comune e la struttura della doppia scala condominiale e dei balconi degli appartamenti del piano superiore.
L’articolazione dell’intervento prevede 9 monolocali e 2 bilocali con gli appartamenti del primo piano caratterizzati da volumetrie sagomate secondo la scansione della copertura originaria, demolita e ricostruita fedelmente, con struttura lignea a vista.

Location
Bologna, Italy

Year
2021

Area
500 sqm

Design team
Luigi Benatti, Martina Iafrate, Sara Stefanati, Massimo Savini, Claudia Pacchiega, Andrea Talevi, Patrizio Chiavarini, Giuseppe Tascione.

Client
Framar srl

Status
Completed

Photo
Fabio Mantovani

Drone Photo
Pietro Benedettini

Go back
Go back